Croce dipinta, Rainaldetto di Ranuccio da Spoleto PDF Stampa E-mail

Croce dipinta

Tempera su tavola sagomata

Seconda metà del XIII secolo

cm. 154 x 120

Provenienza: ignota, già nell'oratorio di Santa Maria del Buon Gesù

L'espressione sofferente del Christus patiens domina la composizione artistica dell'opera. La testa è reclinata in avanti perché dipinta, insieme all'areola, su un disco di legno sporgente, fissato sull'asse verticale. All'estremità dei bracci della croce la Vergine (sinistra) e  San Giovanni Evangelista (destra). Nella cimasa l'iscrizione: EGO SUM REX REGUM POPULUM QUI DE MORTE REDEMI, (Io sono il re dei re e dei popoli che risorsi dalla morte). In basso la firma del pittore.


Periodo: Romanico XIII sec. Autore: Rainaldetto di Ranuccio da Spoleto Sala: Prima Sala